Monte Sant’Angelo

Comune
Terracina

Località
Monte S. Angelo

Il complesso di Monte S. Angelo è costituito da un insieme di edifici che in origine componevano il complesso cultuale, di cui si è tramandata l’attribuzione a Giove come divinità principale, ma di recente rimessa in discussione a favore di un possibile riferimento a Venere, in quanto dea protettrice, tra l’altro, delle comunicazioni e del mondo della navigazione. Il sito riveste un particolare interesse non solo per la sua monumentalità e la relativa posizione panoramica, ma anche perché conserva ancora la traccia di diversi culti, tra cui due monumenti legati a culti oracolari legati al sottosuolo, come il piccolo tempio, posto subito a ridosso di quello maggiore, realizzato con un recinto in opera incerta che racchiude uno sperone di roccia a sua volta collegato con un ambiente ipogeo.

La terrazza nel suo complesso si presenta orientata in modo omogeneo sull’asse della collina, ad eccezione del Tempio maggiore e del suo portico retrostante, orientati entrambi sull’asse nord-sud. Il grande impianto monumentale prospetta verso sud con un criptoportico e le relative sostruzioni con camere comunicanti con aperture ad arcate, il tutto realizzato con splendide murature in opera incerta.

La fortissima valenza strategica del sito, come un vero e proprio ‘faro’ di riferimento per le rotte di navigazione, venne sfruttata ancora in epoca medievale con la creazione di una torre di avvistamento, ed un monastero votato all’Arcangelo, quest’ultimo come quale valido sostituto delle tradizioni cultuali antiche.